TUTORIAL: redazione e deposito della richiesta di esecutorietà del decreto ingiuntivo

Consulente Lorenzo Pescatore


Ciao, sono Lorenzo Pescatore e ti do il benvenuto in questo nuovo video.
Oggi ti mostrero’ come depositare telematicamente un’istanza di esecutorieta’ per un decreto ingiuntivo definitivo.
Prima di cominciare, qualora non l’avessi gia’ fatto, puoi iscriverti gratuitamente al mio canale ed attivare la campanella delle notifiche per rimanere aggiornato sui video di prossima pubblicazione.

Iniziamo.

Se hai la barra PCT, clicca sull’icona FORMULARIO COMPLETO.
Verrai portato sul sito dirittopratico.it.
Dirittopratico e’ un sito ideato e sviluppato dall’Avv. Claudio De Stasio del Foro di Grosseto contiene al suo interno applicazioni, formule ed utilita’ varie.
Scorri tra le formule proposte e seleziona : devo chiedere telematicamente la formula esecutiva su un decreto ingiuntivo definitivo.

Inizia la compilazione della formula inserendo i tuoi dati.
In questo riquadro completamente FACOLTATIVO, fai doppio click e carica dal tuo PC la copia informatica del decreto ingiuntivo emesso…. se esso e’ stato notificato a mezzo PEC seleziona anche la ricevuta di consegna.

Cosi facendo l’applicazione leggera’ i dati all’interno di questi files e compilerà in automatico gran parte dei campi della formula che adesso andremo a vedere.
Io non carico nulla per farti vedere la compilazione manuale.
In questo campo inserisci i dati del tuo cliente.

In questi altri campi inserisci rispettivamente:
IL FORO DEL PROCEDIMENTO MONITORIO….
IL NUMERO DI RUOLO….
IL NUMERO E L’ANNO DEL DECRETO INGIUNTIVO EMESSO
LA DATA DI NOTIFICA DEL DECRETO INGIUNTIVO
ED IL MOTIVO DELLA DEFINITIVITÀ…
Adesso fai click su ELABORA I DATI

Qui puoi ancora apportare tutte le modifiche che vuoi sul testo.
Se non hai altre modifiche puoi scaricare l’istanza in formato PDF…
Ho scaricato l’istanza all’interno di una cartella che ho creato sul desktop per questo lavoro.
Dentro questa cartella ho creato 2 sottocartelle perche’ simulero’ il deposito dell’istanza di esecutorietà tenendo conto dei 2 casi e cioe’ il caso in cui il decreto ingiuntivo e’ stato notificato a mezzo Ufficiale giudiziario ed il caso in cui invece e’ stato notificato in proprio a mezzo PEC ai sensi della Legge n. 53 del 1994.

Nella cartella NOTIFICA UNEP ho la scansione del ricorso e del pedissequo decreto di accoglimento sul quale dopo andremo a fare l’attestazione di conformita’ prevista dalla normativa.
Nella cartella notifica PEC ho invece le ricevute PEC originali in formato EML relative alla notifica in proprio ai sensi della legge 53 del 1994.

Benche’ la ricevuta di consegna contenga gia’ in allegato gli atti notificati, ho provveduto ad estrarli da essa ed a metterli anche fuori perche’ nell’esperienza passata mi e’ capitato che qualche cancelliere non sia stato in grado di aprire il formato EML.
Adesso e’ arrivato il momento di effettuare il deposito telematico…
Apri il tuo programma per i depositi telematici.
Io utilizzo SLpct che e’ un software gratuito creato ed aggiornato dall’azienda toscana EVOLUZIONI SOFTWARE che oltre ad SLpct produce anche degli ottimi gestionali per gli studi legali.
Attribuisci un nome a piacere alla busta….
Scegli se sezione civile o lavoro…

Dall’elenco degli atti telematici scegli ATTO GENERICO/ISTANZA GENERICA…
Avanti…
Indica il Tribunale di Destinazione ed il numero di RG del procedimento monitorio.
Lascia pure in bianco il campo NOTE e vai avanti..
Salta anche il campo DOMANDA….

In questo campo denominato DEPOSITO fai click su NUOVO, metti il segno di spunta sulla casella di controllo ed in questo modo abiliterai il menu dal quale sulla destra pouoi trovare la voce
ISTANZA DI ESECUTORIETA’ ex art. 647.
Seleziona la voce e conferma….
Vai avanti….

Adesso sei arrivato alla parte finale di SLpct in cui dovrai caricare i tuoi file….
Fai click su imposta e seleziona dalla cartella sul desktop l’istanza di esecutorieta creata con il sito dirittopratico.it.
Adesso facciamo la simulazione con il decreto notificato a mezzo Ufficiale giudiziario.

Fai click su allega, lascia allegato semplice ed apri il menu a tendina TIPO DI CONFORMITA’…
Scegli la prima voce AUTOMATICA PER SCANSIONE DI ORIGINALE….
E scrivi una breve descrizione di cio’ che contiene il file…
Conferma e seleziona il file dalla cartella sul desktop…
Come puoi vedere SLPCT ha generato in autonomia un file PDF separato con all’interno l’attestazione di conformita’ prevista dalla normativa.
Se vuoi vederne il contenuto seleziona il file e poi fai click sul tasto APRI SLpct provvedere nello step successivo a firmare digitalmente l’attestazione.
Adesso esaminiamo il secondo caso e cioe’ la notifica del decreto avvenuta tramite PEC.
Fai click su allega…

Lascia allegato semplice e senza alcuna conformita e conferma….
Dalla cartella notifica PEC seleziona anche tutti in una volta i file tenendo premuto il tasto CTRL da tastiera e facendo click con il tasto sinistro del mouse su ogni singolo file.
Non e’ stato necessario attestare la conformita poiche le ricevute PEC di accettazione e consegna sono gia’ in formato originale cosi come i files contenuti all’interno di quest’ultima.
Per una questione di comodita’ anche tecnica, quando effettui una notifica a mezzo PEC di un decreto ingiuntivo, assicurati di scaricare dal polisweb il DUPLICATO INFORMATICO e non la copia informatica.

Ok, adesso puoi procedere con le classiche operazioni di SLCPT…
Firma e crea busta…Firma tutto…solo il necessario….visualizza confronto per vedere l’ultima volta l’atto principale che nel tuo caso e’ rappresentato dall’istanza di esecutorieta’…
Chiudi il confronto e metti il segno di spunta….
Inserisci il pin…
files firmati con successo….crea busta…invia deposito…
Si apre il programma di invio e ricezione PEC thudnerbird con la pec in uscita gia pronta…
No ti rimane altro che cliccare su INVIA….
Deposito effettuato…
Assicurati di ricevere le prime tre PEC relative al deposito e poi la quarta quando il cancelliere accettera’ la busta….
Appena riceverai la comunicazione dell’accoglimento dell’istanza da parte del Giudice ti potrai recare in cancelleria per l’apposizione del COMANDIAMO…
In alcuni Tribunali si sta sperimentando il rilascio telematico della formula esecutiva.
Bene, siamo giunti al termine anche di quest’altro video e ti ringrazio per la visione…
Ti ricordo che se sei interessato a provare gratuitamente la barra PCT oppure hai bisogno di assistenza e consulenza personalizzata, puoi contattarmi sui social o all’indirizzo mail in sovraimpressione…
E’ tutto per oggi, da Lorenzo Pescatore, BUON PCT A TUTTI !!!

 

Condivi con:
STAMPA


Social network di professionisti con significativa competenza che offre ai clienti consulenza specialistica

Contatti: info@universolegge.it